Profilo Istituzionale
Print Friendly and PDF

Aggiornato al 22/7/2016

Il Tribunale Ordinario (Giudice Unico di Primo Grado) di Reggio Calabria.

La Funzione Giurisdizionale consiste nella potestà, pubblica ed autonoma, volta a garantire la concreta applicazione delle norme dell'ordinamento giuridico ed è attribuita a particolari organi dello Stato che costituiscono, nel loro complesso, il Potere Giudiziario.

Il nostro Ordinamento Giuridico prevede, in estrema sintesi, la Giurisdizione Ordinaria (processi civili e penali) e la Giurisdizione Speciale (Amministrativa, Tributaria, Contabile …), demandando la prima agli Uffici del Giudice di Pace, ai Tribunali Ordinari ed alle Corti d’Appello dislocati sul territorio nazionale, nonché alla Corte di Cassazione con sede a Roma.       

La Giurisdizione Amministrativa è esercitata dai Tribunali Amministrativi Regionali (T.A.R.) in 1° grado e dal Consiglio di Stato in 2°grado; è competente per tutte le controversie che insorgono tra Pubbliche Amministrazioni, o tra Pubbliche Amministrazioni e privati, relative a rapporti di diritto amministrativo (salvo che si controverta sull'esistenza di diritti soggettivi e in tal caso la competenza è del giudice ordinario civile, tranne nei casi di giurisdizione esclusiva).
La Giurisdizione Contabile è esercitata esclusivamente dalla Corte dei Conti nelle controversie concernenti il contenzioso contabile, la responsabilità civile dei dipendenti nei confronti della Pubblica Amministrazione e la materia pensionistica.
La Giurisdizione Tributaria è affidata alle Commissioni Tributarie Regionali con sede nel capoluogo di ogni Regione ed alle Commissioni Tributarie Provinciali.

La città di Reggio Calabria è sede dei seguenti Organi della Giurisdizione Speciale:

- Amministrativa e cioè il Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) per la Calabria – Sede Staccata di Reggio Calabria;

- Tributaria e cioè la Commissione Tributaria Regionale (CTR) della Calabria - Sezione Staccata di Reggio Calabria e la Commissione Tributaria Provinciale (CTP) - sede di Reggio Calabria.

La Giurisdizione Speciale Contabile, Corte dei Conti Regione Calabria, viceversa, ha sede solo nel Capoluogo di Regione in Catanzaro.
Altre Giurisdizioni Speciali sono quella in materia di acque pubbliche (Tribunali Regionali delle Acque Pubbliche in 1° grado e Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche in 2° grado), quella militare (Tribunali Militari per i reati militari commessi da soggetti appartenenti alle forze armate) e quella ecclesiastica.

Nell’ambito della Giurisdizione Ordinaria, sono previsti, altresì, al massimo tre gradi di giudizio ed esattamente in primo grado a cura dei Giudici di Pace o dei Tribunali Ordinari (secondo le competenze ex lege), in secondo grado (detto giudizio d’appello) a cura – rispettivamente – dei Tribunali Ordinari o delle Corti d’Appello, in terzo grado oppure direttamente avverso un provvedimento di primo grado (nelle ipotesi di legge), a cura della Corte di Cassazione con sede in Roma (detto giudizio di cassazione).

Esauriti gli strumenti ordinari d’impugnazione, la pronuncia giurisdizionale diventa irrevocabile (cosiddétto giudicato civile o penale); tuttavia, in presenza di specifiche fattispecie normative, sono previsti ulteriori e straordinari mezzi d’impugnazione, quali in materia civile la Revocazione ed in materia penale la Revisione, con i quali si può incidere anche sull’irrevocabilità del giudicato.  

Con la riforma del D.Lgs. 51/1998 (in vigore dal 2/6/1999), abrogativo degli Uffici di Pretura ed istitutivo della nuova figura del Giudice Unico di Primo Grado presso i Tribunali Ordinari, il Tribunale di Reggio Calabria decide in primo grado, in materia civile e penale, prevalentemente in composizione monocratica (giudice unico) e per specifiche ipotesi in composizione collegiale (collegio di tre giudici: il presidente e due giudici a latere), nei casi in cui non sia prevista la competenza degli Uffici del Giudice di Pace (¹); il Tribunale di Reggio Calabria è, altresì, l'organo giurisdizionale competente in secondo grado (appello) avverso le sentenze del Giudice di Pace.

Le sentenze pronunciate dal Tribunale nella qualità di giudice di primo grado sono impugnabili davanti alla Corte d'Appello (giudice di secondo grado) ed in determinate ipotesi di legge direttamente con ricorso dinanzi la Corte di Cassazione; quelle pronunciate dal Tribunale quale giudice di secondo grado (appello avverso i provvedimenti del Giudice di Pace) sono, invece, impugnabili solo con ricorso per Cassazione.

La competenza a decidere è limitata ad un ambito territoriale determinato ex lege con il termine Circoscrizione Giudiziaria, che nel nostro Ordinamento Giudiziario indica il territorio in cui un Organo Giurisdizionale esercita i poteri ad esso attribuiti dalla legge: la Circoscrizione Giudiziaria di un Tribunale Ordinario è chiamata Circondario (²), di una Corte d’Assise Circolo e di una Corte d’Appello Distretto (³).

Inoltre, poiché trattasi di Tribunale Ordinario del capoluogo del Distretto di Corte d’Appello ed essendo operativa presso la rispettiva Procura della Repubblica la Direzione Distrettuale Antimafia (D.D.A.) con competenza sul Distretto in materia di delitti correlati alla criminalità organizzata di stampo mafioso e di altri delitti di particolare allarme sociale, sono istituiti presso il Tribunale di Reggio Calabria con competenza sul Distretto:

  • il Tribunale del Riesame, che decide sulle impugnative delle misure cautelari in materia penale;

  • la Sezione Specializzata per le Misure di Prevenzione Personali e Patrimoniali;

  • la competenza Ruolo DDA della Sezione GIP-GUP – anch’essa distrettuale - per i delitti di stampo mafioso e per altri gravi delitti, riconducibili all’attività investigativa della Direzione Distrettuale Antimafia;

  • la competenza distrettuale per la trattazione dei procedimenti civili relativi alle impugnazioni in materia di riconoscimento dello status di persona internazionalmente protetta e degli altri procedimenti giurisdizionali connessi ai fenomeni dell’immigrazione

  • un collegio, (c.d. Tribunale dei Ministri) composto di tre membri effettivi e tre supplenti, estratti a sorte tra tutti i magistrati in servizio nei Tribunali del Distretto e competente per i reati commessi dal Presidente del Consiglio dei Ministri e dai Ministri nell'esercizio delle loro funzioni.


(¹)  nonché delle due Corti d’Assise istituite presso il Tribunale Ordinario di Reggio Calabria, del Tribunale dei Ministri istituito presso il Tribunale Ordinario di Reggio Calabria in quanto Tribunale del Capoluogo del Distretto di Corte d’Appello, del Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria e del Tribunale e dell’Ufficio di Sorveglianza di Reggio Calabria.

(²) In passato esisteva una Circoscrizione più piccola del Circondario, ovvero il Mandamento di Pretura.

(³) La giurisdizione della Corte di Cassazione, viceversa, è estesa a tutto il territorio nazionale. 

 

Il Circondario di competenza del Tribunale Ordinario di Reggio Calabria si estende, giusto D.Lgs. n. 14/2014 in vigore dal 28/2/2014, sul territorio dei 23 Comuni di seguito indicati, unitamente ad alcuni cenni di statistica demografica caratterizzanti il territorio.

DISTRETTO GIUDIZIARIO DI REGGIO CALABRIA (TERRITORIO COINCIDENTE CON I 97 COMUNI DELLA EX PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA)
LA CORTE D'APPELLO DI REGGIO CALABRIA HA COMPETENZA DISTRETTUALE SU TUTTO IL TERRITORIO DELLA EX PROVINCIA
IL TRIBUNALE DI REGGIO CALABRIA HA COMPETENZA CIRCONDARIALE SUI 23 COMUNI DELLA CIRCOSCRIZIONE DI REGGIO CALABRIA
(IL TRIBUNALE DEL RIESAME, LA SEZIONE PER LE MISURE DI PREVENZIONE ED IL RUOLO DDA DELLA SEZIONE GIP-GUP DEL TRIBUNALE DI REGGIO CALABRIA,  HANNO ANCHE COMPETENZA DISTRETTUALE SU TUTTA LA EX PROVINCIA)

CIRCONDARIO DI LOCRI
COMUNI DI COMPETENZA DEL
TRIBUNALE DI LOCRI

CIRCONDARIO DI PALMI
COMUNI DI COMPETENZA DEL
TRIBUNALE DI PALMI

CIRCONDARIO DI REGGIO CALABRIA
COMUNI DI COMPETENZA DEL
TRIBUNALE DI REGGIO CALABRIA

1

AGNANA CALABRA

1

ANOIA

1

AFRICO

2

ANTONIMINA

2

CANDIDONI

2

BAGALADI

3

ARDORE

3

CINQUEFRONDI

3

BAGNARA CALABRIA

4

BENESTARE

4

CITTANOVA

4

BOVA

5

BIANCO

5

COSOLETO

5

BOVA MARINA

6

BIVONGI

6

DELIANUOVA

6

CALANNA

7

BOVALINO

7

FEROLETO DELLA CHIESA

7

CAMPO CALABRO

8

BRANCALEONE

8

GALATRO

8

CARDETO

9

BRUZZANO ZEFFIRIO

9

GIFFONE

9

CONDOFURI

10

CAMINI

10

GIOIA TAURO

10

FIUMARA

11

CANOLO

11

LAUREANA DI BORRELLO

11

LAGANADI

12

CARAFFA DEL BIANCO

12

MAROPATI

12

MELITO DI PORTO SALVO

13

CARERI

13

MELICUCCA’

13

MONTEBELLO JONICO

14

CASIGNANA

14

MELICUCCO

14

MOTTA SAN GIOVANNI

15

CAULONIA

15

MOLOCHIO

15

REGGIO DI CALABRIA

16

CIMINA’

16

OPPIDO MAMERTINA

16

ROCCAFORTE DEL GRECO

17

FERRUZZANO

17

PALMI

17

ROGHUDI

18

GERACE

18

POLISTENA

18

SAN LORENZO

19

GIOIOSA JONICA

19

RIZZICONI

19

SAN ROBERTO

20

GROTTERIA

20

ROSARNO

20

SANT’ALESSIO IN ASPROMONTE

21

LOCRI

21

SAN FERDINANDO

21

SANTO STEFANO IN ASPROMONTE

22

MAMMOLA

22

SAN GIORGIO MORGETO

22

SCILLA

23

MARINA DI GIOIOSA JONICA

23

SAN PIETRO DI CARIDA’

23

VILLA SAN GIOVANNI

24

MARTONE

24

SAN PROCOPIO

DECRETO LEGISLATIVO 19/2/2014, n. 14
Disposizioni integrative, correttive e di coordinamento delle disposizioni di cui ai decreti legislativi 7/9/2012, n. 155, e 7/9/2012, n. 156, tese ad assicurare la funzionalità degli uffici giudiziari.
G.U. Serie Generale n. 48 del 27/2/2014  Suppl. Ordinario n. 16).
Entrata in vigore: 28/02/2014.
Allegato II - Tabella A  del R.D. 30/1/1941, n. 12

25

MONASTERACE

25

SANT’EUFEMIA D’ASPROMONTE

26

PALIZZI

26

SANTA CRISTINA D’ASPROMONTE

27

PAZZANO

27

SCIDO

28

PLACANICA

28

SEMINARA

29

PLATI’

29

SERRATA

30

PORTIGLIOLA

30

SINOPOLI

31

RIACE

31

TAURIANOVA

32

ROCCELLA JONICA

32

TERRANOVA SAPPO MINULIO

33

SAMO

33

VARAPODIO

34

SAN GIOVANNI DI GERACE

Statistiche Demografiche della Provincia di Reggio Calabria
Popolazione: 557.993 abitanti (1/1/2015 ISTAT) 

35

SAN LUCA

36

SANT’AGATA DEL BIANCO

Celibi/Nubili
238.083

Coniugati
271.748

Vedovi
42.049

Divorziati
6.113

Maschi
271.158

Femmine
286.835

Totale
557.993

37

SANT’ILARIO DELLO JONIO

38

SIDERNO

Statistiche Demografiche del Circondario di Reggio Calabria
Popolazione: 267.263 abitanti (1/1/2015 ISTAT) pari al 48% di quella della Provincia 

39

STAITI

40

STIGNANO

Celibi/Nubili
113.355

Coniugati
130.540

Vedovi
20.030

Divorziati
3.338

Maschi
128.872

Femmine
138.391

Totale
267.263

41

STILO

 

Al fine di meglio delineare, attraverso una immediata rappresentazione visiva, l’attuale ripartizione del territorio appartenente geograficamente alla Provincia di Reggio Calabria tra i Circondari Giudiziari di Locri, Palmi e Reggio Calabria, soprattutto alla luce della recente riforma della Geografia Giudiziaria con soppressione delle tre Sezioni Distaccate di Tribunale (Siderno, Cinquefrondi e Melito P.S.) e di nr. 14 su 17 Uffici del Giudice di Pace (in atto sono operativi solo gli Uffici del G. di P. di Locri, Palmi e Reggio Calabria, ciascuno con competenza sull’intero territorio del Circondario di appartenenza), è consultabile la cartografia territoriale, di seguito richiamata, rappresentativa della Giurisdizione del Distretto di Corte d’Appello di Reggio Calabria.

 

Africo … … una contraddizione irrisolta.

In seguito a pregressi eventi alluvionali, l’insediamento urbano afferente al Comune di Africo ha subito lo spostamento dalla sede originaria, rientrante nel territorio del Circondario di Reggio Calabria, sulla costa ionica reggina all’interno del territorio rientrante nel Circondario di Locri, nonché a km 40 dal Comune di Melito di Porto Salvo e a km 75 dalla Città di Reggio Calabria.

Ne consegue che, nell’ambito della Geografia Giudiziaria, il predetto centro urbano pur essendo del tutto collocato all’interno del territorio del Circondario di Locri, continua ancor oggi a far parte dei 23 Comuni rientranti nella Circoscrizione Giudiziaria del Tribunale di Reggio Calabria.

Sul punto, il Ministero della Giustizia già nel 2001, con nota nr. 1760/S/LTS/5338 Prot. del 3/10/2001, aveva evidenziato l’opportunità di una diversa collocazione del Comune di Africo, nell’ambito del Circondario Giudiziario non più di Reggio Calabria bensì di Locri.

Tuttavia, ad oggi nessuna modifica è stata apportata in sede di riforma della Geografia Giudiziaria.

 

Procedura di ripristino degli Uffici del Giudice di Pace soppressi 

La Legge nr. 11/2015 ha disposto la riapertura dei termini per il mantenimento delle sedi soppresse degli Uffici del Giudice di Pace, con spese a carico dei Comuni o degli Enti legittimati e con differimento sino al 30/7/2015, termine ultimo entro il quale gli Enti Locali, le unioni di Comuni e le Comunità Montane, avrebbero potuto presentare la richiesta di ripristino.

Tale procedura, nei casi in cui sia stata attivata, è stata ultimata entro il 28/2/2016 a cura delle competenti articolazioni dell’Amministrazione Giudiziaria, mediante l’espletamento delle attività di valutazione dell’impegno di spesa, degli ambiti territoriali e del personale messo a disposizione degli Enti, nonché l’ultimazione della formazione di detto personale, con la predisposizione finale, entro il medesimo termine, del Decreto Ministeriale individuante gli Uffici del Giudice di Pace ripristinati.

Nell’ambito del Circondario di Reggio Calabria, solo il Comune di Melito di Porto Salvo aveva formulato istanza di ripristino del soppresso Ufficio del G. di P., con competenza territoriale su dieci Comuni (Africo, Bagaladi, Bova, Bova Marina, Condofuri, Melito P.S., Montebello Ionico, Roccaforte del Greco, Roghudi e San Lorenzo, per una popolazione di circa 37.000 abitanti residenti); tuttavia, tale procedura non ha avuto esito positivo (giusto decreto del 27/5/2016 del Ministero della Giustizia), a seguito del mancato avvio a cura del Comune della fase formativa del personale.

Nell’ambito del Distretto Giudiziario della Corte d’Appello di Reggio Calabria, è stato ripristinato solo l’Ufficio del Giudice di Pace di Siderno del Circondario di Locri, territorialmente competente sui Comuni di Agnana Calabra, Canolo e Siderno.

 

CARTOGRAFIA DELLA GEOGRAFIA GIUDIZIARIA DEL DISTRETTO DI REGGIO CALABRIA

 

Il Tribunale Ordinario di Reggio Calabria, infine, si caratterizza per flussi di lavoro significativi dal punto di vista sia quantitativo che qualitativo, come di evince dalla seguente tabella riepilogativa, per settore e per materia, delle medie annue delle cause civili e penali sopravvenute negli ultimi cinque anni e della variazione in percentuale rispetto al pregresso quinquennio

 

TRIBUNALE ORDINARIO DI REGGIO CALABRIA  -  RILEVAZIONI STATISTICHE  (DATI ISPETTIVI)
PROCEDIMENTI SOPRAVVENUTI NEL PERIODO DALL'1/7/2009 AL 30/6/2014
DETERMINAZIONE DELLA MEDIA ANNUA DELLE CAUSE CIVILI E PENALI SOPRAVVENUTE NEGLI ULTIMI CINQUE ANNI
(INDICE DI CARICO MEDIO ANNUO) E VARIAZIONE IN PERCENTUALE RISPETTO AL PREGRESSO QUINQUENNIO

SETTORE CIVILE

SOPRAVVENUTI

MEDIA ANNUA

% VARIAZIONE RISPETTO
AL PREGRESSO QUINQUENNIO

NELL'ULTIMO QUINQUENNIO

SOPRAVVENUTI

AFFARI CONTENZIOSI - PROCEDIMENTI ORDINARI

14.687

5

2.937

 

+ 2 %

AFFARI CONTENZIOSI - PROCEDIMENTI SPECIALI ORDINARI

8.974

5

1.795

% NON INDICATA

AFFARI CONTENZIOSI - ALTRO

810

5

162

% NON INDICATA

TOTALE AFFARI CONTENZIOSI

24.471

5

4.894

TOTALE MEDIA ANNUA

AFFARI LAVORO E PREVIDENZA

21.320

5

4.264

 

+ 11 %

AFFARI LAVORO E PREVIDENZA - PROCEDIMENTI SPECIALI

5.245

5

1.049

% NON INDICATA

TOTALE AFFARI LAVORO E PREVIDENZA

26.565

5

5.313

TOTALE MEDIA ANNUA

TOTALE PROCEDIMENTI SPECIALI ORDINARI E LAVORO

14.219

5

2.844

 

+ 45 %

AFFARI CIVILI NON CONTENZIOSI IN CAMERA DI CONSIGLIO

6.150

5

1.230

- 23 %

 

TUTELE – CURATELE - EREDITA' GIACENTI - AMM. SOSTEGNO

878

5

176

 

+ 39 %

PROCEDURE CONCORSUALI

720

5

144

- 44 %

 

ESPROPRIAZIONI MOBILIARI - ESEC. FORZ. SPECIF.

12.731

5

2.546

- 35 %

 

ESPROPRIAZIONI IMMOBILIARI

888

5

178

 

+ 9 %

Risulta una media annua di
14.481 processi civili sopravvenuti

72.403

5

14.481

TOTALE MEDIA ANNUA

SETTORE PENALE

SOPRAVVENUTI

MEDIA ANNUA

% VARIAZIONE RISPETTO
AL PREGRESSO QUINQUIENNIO

NELL'ULTIMO QUINQUENNIO

SOPRAVVENUTI

GIP-GUP NOTI

28.114

5

5.623

 

+ 21 %

DIBATTIMENTO MONOCRATICO

10.534

5

2.107

 

+ 13 %

DIBATTIMENTO APPELLI AL GIUDICE DI PACE

253

5

51

 

+ 79 %

DIBATTIMENTO COLLEGIALE

558

5

112

 

+ 37 %

TRIBUNALE DEL RIESAME

4.361

5

872

- 10 %

 

TRIBUNALE DEL RIESAME APPELLI

3.009

5

602

% NON INDICATA

MISURE DI PREVENZIONE - APPLICAZIONE

1.136

5

227

% NON INDICATA

MISURE DI PREVENZIONE - MODIFICA/REVOCA

1.056

5

211

% NON INDICATA

CORTE D'ASSISE

20

5

4

% INVARIATA

Risulta una media annua di
9.808 processi penali noti sopravvenuti

49.041

5

9.808

TOTALE MEDIA ANNUA


Print Friendly and PDF