Ufficio del Funzionario Delegato
Print Friendly and PDF

Aggiornato al 18/3/2016

Il ruolo del Funzionario Delegato è ricoperto dal dr. Giuseppe Cuzzocrea, Dirigente del Tribunale di Reggio Calabria (tel. 0965.857.7973, c/o stanza 9/torre due sx/3° piano).

Responsabile dr. Aldo Attanasio (funzionario contabile, tel. 0965.857.7963 – 0965.318017, c/o stanza 237/torre due sx/5°piano).

Collaborano i sig.ri Angela Morabito e Giovanni Toscano (rispettivamente, assistente ed operatore giudiziari, tel. 0965.857.7963 – 0965.318017, c/o la medesima stanza 237/torre due sx/5°piano).

Per informazioni e chiarimenti strettamente connessi alla fase finale del pagamento delle spettanze di seguito indicate, i percipienti possono rivolgersi:

lunedì – mercoledì – venerdì, dalle ore 8.00 alle ore 12.00;
martedì – giovedì, dalle ore 8.00 alle ore 11.30 e dalle ore 14.45 alle ore 15.15
;
presso l’Ufficio del Funz. Cont. Dr. Aldo Attanasio (5°piano / torre due sx / stanza 237).

 

Avvertenza: L’indicazione direzionale a DX oppure a SX si riferisce alla posizione frontale della persona rispetto il pannello di segnaletica, sito ad ogni piano delle torri due e tre del Palazzo Ce.Dir.

 

MAPPA DI ORIENTAMENTO DELL’UTENZA
DISLOCAZIONE DEGLI UFFICI, DELLE CANCELLERIE E DELLE AULE D’UDIENZA

 

PIANO QUINTO VISUALIZZA IMMAGINE

 

Gli indirizzi di posta elettronica istituzionale sono i seguenti:

Certificata (P.E.C.):  funzionariodelegato.tribunale.reggiocalabria@giustiziacert.it

Ordinaria (P.E.O.):    tribunale.reggiocalabria@giustizia.it

 Avviso: Le caselle di Posta Elettronica Certificata (P.E.C.) ed Ordinaria (P.E.O.), indicate per il Tribunale di Reggio Calabria, sono riservate alle comunicazioni di natura amministrativa tra Pubbliche Istituzioni ed alla trasmissione di atti di natura esclusivamente amministrativa.  

Per le comunicazioni connesse ai procedimenti giurisdizionali e per l’invio di atti giudiziari in genere devono essere utilizzati i Sistemi Informativi Ministeriali in uso (es. piattaforma telematica FatturaPA, Processo Civile Telematico - PCT … …) in conformità alla normativa vigente;  in materia civile di Fallimenti e Volontaria Giurisdizione nonché in materia di processo penale, le Pubbliche Istituzioni possono utilizzare le specifiche caselle di posta elettronica assegnate alle singole Sezioni;  viceversa, in materia di processo penale, ai Difensori è consentito il ricorso ai soli mezzi alternativi al deposito cartaceo in cancelleria nei singoli casi espressamente previsti dalla legge, salve diverse determinazioni del Giudice procedente.

Il Codice fiscale ed il Codice IPA di riferimento, del Tribunale di Reggio Calabria, sono i seguenti:
Codice Fiscale:   80006750808
Codice IPA / Spese di Giustizia:    0XSUZI 

 

 

L’Ufficio del Funzionario Delegato, di diretta collaborazione con il Dirigente nella qualità di Funzionario Delegato per le Spese di Giustizia, si occupa della registrazione dei documenti contabili, della erogazione delle spettanze ai beneficiari e della rendicontazione dei costi sostenuti, in materia di Spese di Giustizia anticipate dall’Erario, previa attività preparatoria a cura dell’Ufficio Unico delle Spese di Giustizia.

Trattasi delle spettanze liquidate ex lege a favore di Ausiliari, Difensori, Testimoni, GOT e Giudici Popolari, spese sostenute per il regolare svolgimento dei processi civili e penali, quali - quelle per consulenze e perizie disposte d’ufficio dal Giudice, oppure per custodie o amministrazioni giudiziarie di beni, per i rimborsi ai Testimoni dei processi penali citati a deporre dal Giudice,  per i compensi dovuti ai Giudici Onorari ed ai Giudici Popolari della Corte d’Assise, ma – soprattutto – quelle a favore dei Difensori del Patrocinio a spese dello Stato (a tutela del diritto alla difesa dei soggetti meno abbienti) e dei Difensori d’ufficio, che costituisce la spesa più corposa anticipata dall’Erario, sia in termini numerici che economici, unitamente alle spese anticipate a favore degli amministratori di beni nell’ambito dei sequestri e delle misure di prevenzione alla criminalità organizzata.

Il Dirigente del Tribunale, per le Spese di Giustizia ed il Capitolo di spesa in dotazione (1360), esercita il ruolo di Funzionario Delegato ed, in quanto tale, svolge i propri compiti istituzionali in materia di richiesta dei fondi e della loro utilizzazione, firmando (in maniera elettronica) i titoli di spesa, i rendiconti ed i decreti di versamento delle ritenute erariali e delle imposte.

In caso di richiesta di "pagamento in contanti" (Banca d'Italia o Ufficio Postale), l'interessato riceverà, all’indirizzo indicato in domanda, un avviso con il quale potrà recarsi presso l'ufficio pagatore per la riscossione entro il termine di due mesi dalla data di emissione del titolo telematico.

L’ufficio, per tutti i creditori ai quali elargisce fondi, funge da sostituto d’imposta; trattiene e versa, in estrema sintesi, le ritenute fiscali considerando le diverse tipologie reddituali dei beneficiari.

SPLIT PAYMENT – La Legge di Stabilità 2015 (L. 190/2014) ha introdotto una rilevante modifica alla normativa che disciplina gli adempimenti concernenti i versamenti dell’Imposta sul Valore Aggiunto da parte delle Pubbliche Amministrazioni, tenute - in determinate ipotesi - a versare l’IVA addebitata in fattura direttamente all’Erario: in tali casi, i percipienti (es. le ditte non soggette a ritenuta d’acconto dei custodi di automezzi in sequestro) riceveranno l’importo imponibile al netto dell’IVA, che sarà versata dall’Ufficio Giudiziario direttamente all’Erario.

Sono, tuttavia, esclusi dall’applicazione dello split payment i compensi assoggettati a ritenute alla fonte a titolo di imposta sul reddito oppure a titolo di acconto, vale a dire i pagamenti in favore di professionisti, quali Ausiliari del Giudice, C.T.U., Avvocati etc., nell’ambito delle Spese di Giustizia.

 

Il D.U.R.C.

Infine, si precisa che, nell’ambito delle Spese di Giustizia, limitatamente ai pagamenti in favore dei custodi giudiziari deve ritenersi obbligatoria la preventiva acquisizione del DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva), subordinando così la corresponsione delle spettanze liquidate dal Giudice all’accertamento dell’avvenuto adempimento degli obblighi ex lege previdenziali ed assicurativi

 

FatturaPA - A cura dell’Ufficio del Funzionario Delegato, è stata redatta una guida operativa per i percipienti fatturandi, finalizzata alla corretta emissione della fattura elettronica in relazione ai blocchi di sistema che possono verificarsi nella fase terminale del pagamento a favore del beneficiario.

[Visualizza allegato – GUIDA FatturaPA PDF]

Per ulteriori approfondimenti in materia di FatturaPA, si consulti la parte dedicata all’Ufficio Unico delle Spese di Giustizia Anticipate, preposto alla ricezione delle fatture elettroniche.


Print Friendly and PDF