Ufficio Depositi Giudiziari Civili
Print Friendly and PDF

Aggiornato al 18/3/2016

Trattasi di un Ufficio preposto esclusivamente alla iscrizione dei depositi giudiziari in materia civile ed alla finale gestione dei mandati di pagamento in esecuzione dei provvedimenti giurisdizionali, nonché in materia penale alla sola chiusura finale limitatamente ai depositi giudiziari emessi anteriormente al 26/6/2008.

Ogni altra attività in materia è assegnata alla Cancelleria Giudiziaria del Giudice titolare del procedimento presso le singole Sezioni, alla quale – pertanto - occorre rivolgersi per informazioni o deposito istanze, secondo gli orari predeterminati di apertura al pubblico:

lunedì – mercoledì – venerdì, dalle ore 8.00 alle ore 12.00;
martedì – giovedì, dalle ore 8.00 alle ore 11.30 e dalle ore 14.45 alle ore 15.15
;
presso la Cancelleria Giudiziaria del Giudice titolare del procedimento nelle rispettive Sezioni
.

 

Coordinatore d.ssa Claudia Tallarico (direttore amministrativo, tel. 0965.857.7877, c/o stanza torre due sx/1°piano).

Gli indirizzi di posta elettronica istituzionale sono i seguenti:

Certificata (P.E.C.):  prot.tribunale.reggiocalabria@giustiziacert.it

Ordinaria (P.E.O.):    tribunale.reggiocalabria@giustizia.it

 Avviso: Le caselle di Posta Elettronica Certificata (P.E.C.) ed Ordinaria (P.E.O.), indicate per il Tribunale di Reggio Calabria, sono riservate alle comunicazioni di natura amministrativa tra Pubbliche Istituzioni ed alla trasmissione di atti di natura esclusivamente amministrativa.  

Per le comunicazioni connesse ai procedimenti giurisdizionali e per l’invio di atti giudiziari in genere devono essere utilizzati i Sistemi Informativi Ministeriali in uso (es. piattaforma telematica FatturaPA, Processo Civile Telematico - PCT … …) in conformità alla normativa vigente;  in materia civile di Fallimenti e Volontaria Giurisdizione nonché in materia di processo penale, le Pubbliche Istituzioni possono utilizzare le specifiche caselle di posta elettronica assegnate alle singole Sezioni;  viceversa, in materia di processo penale, ai Difensori è consentito il ricorso ai soli mezzi alternativi al deposito cartaceo in cancelleria nei singoli casi espressamente previsti dalla legge, salve diverse determinazioni del Giudice procedente.

Avvertenza: L’indicazione direzionale a DX oppure a SX si riferisce alla posizione frontale della persona rispetto il pannello di segnaletica, sito ad ogni piano delle torri due e tre del Palazzo Ce.Dir.

MAPPA DI ORIENTAMENTO DELL’UTENZA
DISLOCAZIONE DEGLI UFFICI, DELLE CANCELLERIE E DELLE AULE D’UDIENZA

 

PIANO PRIMO VISUALIZZA IMMAGINE

 

Notizie utili

Trattasi, in particolare, di Depositi Giudiziari Postali sui quali sono depositate, per legge o su disposizione del giudice, somme di denaro relative a procedimenti od affari civili (prevalentemente in materia di esecuzione immobiliare/mobiliare e di fallimenti), la cui destinazione finale viene disposta con provvedimento giurisdizionale da eseguire mediante emissione di mandato di pagamento.

Nell’ambito dei processi civili di cognizione, esecutivi o speciali, affluiscono al Fondo Unico Giustizia le somme di denaro (giacenti su Deposito Giudiziario Postale) non riscosse o non reclamate dagli aventi diritto entro cinque anni dalla data in cui il procedimento si è estinto o è stato comunque definito o è divenuta definitiva l’ordinanza di assegnazione, distribuzione o di approvazione del progetto di distribuzione o dal passaggio in giudicato della sentenza che definisce la controversia,
nonché le somme di denaro che, nell’ambito della procedura fallimentare successivamente al riparto finale, non siano state riscosse dagli aventi diritto decorsi cinque anni dall’avvenuto deposito;
inoltre, i mandati di pagamento sono validi per un periodo di due mesi oltre quello di emissione e,  su  richiesta del beneficiario del mandato scaduto, si procede alla rinnovazione a cura dell’Ufficio Giudiziario emittente.

 

Per completezza espositiva, si precisa che limitatamente ai depositi giudiziari emessi anteriormente al 26/6/2008 in materia di somme sequestrate nell’ambito di procedimenti penali, l’Ufficio in questione provvede esclusivamente all'esecuzione dei provvedimenti del Giudice mediante comunicazione ad Equitalia Giustizia S.p.A. (F.U.G.); viceversa, a decorrere dal 26/6/2008 i depositi delle somme in sequestro penale sono integralmente gestiti dalle singole Sezioni del Settore Penale, tramite il Servizio del Fondo Unico Giustizia (F.U.G.) - Equitalia Giustizia S.p.A., al quale si rinvia per ulteriori approfondimenti.

Anche in tali ipotesi si applicano le regole già esposte per il Fondo Unico Giustizia (F.U.G.) in materia penale.


Print Friendly and PDF