I Protocolli d’intesa in materia istituzionale, civile e penale
Print Friendly and PDF

Aggiornato al 07/06/2019

I Protocolli d’intesa costituiscono un valido strumento di confronto e collaborazione tra i diversi attori coinvolti nella gestione del processo civile e penale, anche esterni all’Amministrazione Giudiziaria qualora direttamente coinvolti dall’iter procedimentale, nonché di ricerca condivisa e sostegno di scelte operative, pratiche e concrete, ritenute idonee a migliorare la qualità e l’efficienza del Servizio Giustizia.

I Protocolli contengono regole di buona condotta e censiscono prassi virtuose (best practices), di natura organizzativa e/o interpretativa, frutto di confronto intercategoriale, che, proprio per la loro condivisione fra i diversi protagonisti del processo, superando le carenze strutturali e le sterili contrapposizioni di categoria, possono creare le condizioni per una organizzazione e fruizione più efficace del Servizio Giustizia, pur sempre nel rispetto dell’impianto normativo.

I Protocolli, infatti, si sono rivelati strumenti preziosi per il recupero di efficienza mediante la condivisione di scelte organizzative e di soluzioni pratiche, elaborate d’intesa fra tutti i soggetti tipicamente protagonisti della Giurisdizione: Magistrati, Avvocati, Personale Amministrativo, altri Ordini Professionali o Esperti della materia, Istituzioni ed Enti Locali, Servizi Sociali ed enti privati (es. associazionismo e volontariato), nonché altri organismi operanti sul territorio in stretta interconnessione con il processo civile o penale.

Le regole protocollari non sono norme tecnicamente cogenti e non intendono sostituirsi al dato normativo, bensì affiancarlo con una serie di accorgimenti pratici ma condivisi, la cui forza risiede esclusivamente nella loro capacità e in quella dei soggetti ed enti coinvolti, di porsi e di imporle quali regole di buon senso e di utilità comune, come tali riconosciute dalla comunità di operatori che le ha adottate.

Per i Protocolli pregressi non più vigenti, superati o retrodatati, consulta la seguente pagina:

» ARCHIVIO STORICO: I Protocolli d’intesa

Gli Osservatori sulla Giustizia:

i “percorsi condivisi di buone prassi” intrapresi

con la Magistratura del Tribunale di Reggio Calabria

Gli Osservatori sulla Giustizia Civile (ivi compreso l’Osservatorio sulla Famiglia) e Penale costituiscono centri di aggregazione spontanea, operativi in molti Distretti Giudiziari d’Italia, allo scopo di favorire il confronto e la collaborazione tra i diversi attori coinvolti nella gestione del processo, in primis Magistrati, Classe Forense ed altri Ordini professionali, nonché di elaborare e sostenere determinate scelte operative, pratiche e concrete, ritenute idonee a migliorare la qualità e l’efficienza del Servizio Giustizia.

È proprio in tale ambito che si è diffusa la prassi di concordare, sottoscrivere e diffondere “percorsi condivisi di buone prassi”, finalizzati all’erogazione virtuosa dei servizi di giustizia in sede di esercizio della Giurisdizione, stilando documenti di comune intesa con Magistrati, Avvocati ed altri Professionisti o Enti interessati, riuniti in permanenti tavoli di confronto intercategoriale, denominati appunto “Osservatori sulla Giustizia”.

Tali accordi contengono regole di buona condotta e censiscono prassi virtuose (best practices), di natura organizzativa e/o interpretativa, frutto di confronto intercategoriale, che, proprio per la loro condivisione fra i diversi protagonisti del processo, superando le carenze strutturali e le sterili contrapposizioni di categoria, possono creare le condizioni per una organizzazione e fruizione più efficace del Servizio Giustizia, pur sempre nel rispetto dell’impianto normativo e delle strategie organizzative dei responsabili di settore.

Tali esperienze, infatti, si sono rivelate strumenti preziosi per il recupero di efficienza mediante la condivisione di scelte organizzative e di soluzioni pratiche, elaborate d’intesa fra tutti i soggetti tipicamente protagonisti della Giurisdizione: Magistrati, Avvocati, altri Professionisti o Enti interessati e, in alcuni casi, anche con il coinvolgimento di altri interlocutori qualificati e interessati, quali a titolo di esempio Docenti Universitari, Medici Legali, Commercialisti, Servizi Sociali ed altre Istituzioni (pubbliche o private) operanti sul territorio in stretta interconnessione con il processo civile o penale.

Le regole concordate non sono norme tecnicamente cogenti e vincolanti e non intendono sostituirsi al dato normativo, ma semmai affiancarlo con una serie di accorgimenti pratici ma condivisi, la cui forza risiede esclusivamente nella loro capacità, e in quella dei soggetti ed enti coinvolti, di porsi e di imporle quali regole di buon senso e di utilità comune, come tali riconosciute dalla comunità di operatori che le ha adottate.

L’Osservatorio sulla Famiglia, in particolare, ha come obiettivi la ricerca e lo studio dell’evoluzione e delle tendenze del Diritto di Famiglia, nonché la promozione di iniziative di studio, confronto, dibattito, formazione e aggiornamento professionale.

Anche il Circondario Giudiziario del Tribunale di Reggio Calabria è sede di un Osservatorio sulla Giustizia Civile e Penale, le cui iniziative in materia di formazione e protocollazione sono consultabili ai seguenti link:

https://osservatoriorc.wordpress.com/

https://www.facebook.com/Osservatorio-sulla-Giustizia-di-Reggio-Calabria-132911316774986/timeline

Elenco dei Protocolli d’intesa adottati

presso il Tribunale di Reggio Calabria

L’elenco racchiude gli interventi finalizzati all’interazione dell’Ufficio Giudiziario all’esterno con istituzioni, enti e associazioni, mediante gli strumenti delle convenzioni, dei protocolli d’intesa e di altre iniziative istituzionali, stipulati o adottati da Questo Tribunale per il miglior funzionamento dell'Ufficio.

Sono esclusi da tale elenco:

Adesione a Protocolli pluristituzionali >  www.tribunale.reggiocalabria.giustizia.it/adesione-a-protocolli-pluristituzionali_27.html

I Tirocini Formativi > www.tribunale.reggiocalabria.giustizia.it/i-tirocini-formativi_31.html

Le Convenzioni in materia di Lavoro di Pubblica Utilità (area penale) > www.tribunale.reggiocalabria.giustizia.it/le-convenzioni-in-materia-di-lavoro-di-pubblica-utilita-area-penale_24.html.

L’elenco è suddiviso in tre aree d’intervento:

  • AREA ISTITUZIONALE

  • AREA CIVILE

  • AREA PENALE

AREA ISTITUZIONALE

I PROTOCOLLI D’INTESA E LE INIZIATIVE ISTITUZIONALI

19/01/2018

Tribunale di Reggio Calabria

Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” di Reggio Calabria

"Settanta volte sette: una terra riconciliata dai diritti”

» Protocollo d’intesa siglato in data 19/01/2018 (227/2018 Prot. Trib. RC) tra la Presidenza del Tribunale di Reggio Calabria e la Dirigenza del Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci”, finalizzato alla promozione in ambito scolastico di un percorso di partecipazione diretta delle nuove generazioni a confronto con la magistratura giudicante del Tribunale di Reggio Calabria, con l’obiettivo primario di facilitare il recupero dei principi della Costituzione italiana, fondanti la società democratica della nostra Repubblica.

Con il presente protocollo le parti istituzionali hanno inteso avviare un percorso che prevede la realizzazione di un’attività didattico-formativa da sviluppare, nel corso dell’anno scolastico 2017/2018, mediante n. 7 incontri nel corso dei quali, dopo l’illustrazione di specifiche tematiche da parte del magistrato, è previsto un momento di colloquio e confronto tra il giudice e gli studenti.

[Visualizza ALLEGATO_PROT.TRIB.RC_227_19.01.2018_LICEO SCIENTIFICO L. DA VINCI RC]

28/05/2018

Tribunale di Reggio Calabria

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Reggio Calabria

Le Amministrazioni Giudiziarie: Progetto “Lavora con noi”

Il giorno 28/05/2018, presso il Tribunale di Reggio Calabria, alla presenza del Presidente Dr.ssa Mariagrazia L. Arena, dei Presidenti delle Sezioni GIP-GUP Dr.ssa Natina M.C. Pratticò e Misure di Prevenzione Dr.ssa Ornella Pastore, e del Presidente del Consiglio dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Reggio Calabria Dr. Stefano Maria Poeta, è stato sottoscritto un progetto denominato Le Amministrazioni Giudiziarie - Progetto " Lavora con noi ", finalizzato all’individuazione di criteri oggettivi di selezione di aspiranti a nuove assunzioni presso aziende in amministrazione giudiziaria.

L’iniziativa è scaturita dall’esigenza, condivisa dalla magistratura e dai professionisti, di garantire un sistema pubblico e trasparente di apertura sociale sul territorio anche in sede di amministrazione delle aziende sottoposte a vincoli giudiziari, nell’ipotesi in cui l’amministratore giudiziario, incaricato dal giudice, ritenga necessario procedere a nuove assunzioni al fine di favorire la continuazione dell’attività produttiva dell’azienda in sequestro.

A tal fine è istituito a cura dell’Ordine DCEC di Reggio Calabria un «Elenco per le assunzioni presso aziende in amministrazione giudiziaria», gli interessati all’iscrizione in detto Elenco ed alle eventuali selezioni in caso di assunzioni, purché in possesso dei requisiti richiesti, possono inviare all’Ordine DCEC di Reggio Calabria l’istanza a mezzo raccomandata, utilizzando il relativo modello a tal fine preordinato ed allegando la prescritta documentazione.

Si avvisano gli interessati che il primo termine utile per richiedere l’iscrizione in detto Elenco è il 30/06/2018.

Successivamente le domande pervenute saranno prese in considerazione con cadenza semestrale.

Per conoscere i requisiti e le modalità operative e per il format di domanda consulta:

Iniziative istituzionali: Progetto «Lavora con noi» >  www.tribunale.reggiocalabria.giustizia.it/iniziative-istituzionali-progetto-lavora-con-noi_420.html

PROGETTO [Visualizza ALLEGATO_ORDINE DCEC_RC_PROGETTO LAVORA CON NOI_28.5.2018_PDF_NATIVO]

DOMANDA [Visualizza ALLEGATO_ORDINE DCEC_RC_DOMANDA_PROGETTO LAVORA CON NOI_28.5.2018_PDF]

31/01/2019

Tribunale di Reggio Calabria

EDICOM Servizi S.r.l

» Protocollo d’intesa in data 06/05/2013 per lo sviluppo, gestione, mantenimento, aggiornamento del sito internet ufficiale del Tribunale di Reggio Calabria e sviluppo di servizi internet.

[Visualizza 1-ALLEGATO_TRIB.RC_EDICOM_PROTOCOLLO_SITO WEB_06.05.2013]

» Integrazione del 31/01/2019 al protocollo d’intesa in data 06/05/2013 per lo sviluppo, gestione, mantenimento, aggiornamento del sito internet ufficiale del Tribunale di Reggio Calabria e sviluppo di servizi internet, ai sensi della circolare ministeriale del 13/10/2017 (prot. 0186223.U).

[Visualizza 2-ALLEGATO_TRIB.RC_EDICOM_PROTOCOLLO_SITO WEB._INTEGRAZIONE 286_31.01.2019]

07/03/2019

Tribunale di Reggio Calabria

Commissione Pari Opportunità della Regione Calabria

"Sala d’attesa protetta per le parti lese di violenza di genere”

» Decreto del 07/03/2019 del Presidente del Tribunale di Reggio Calabria di accoglimento della richiesta, avanzata dalla Commissione Pari Opportunità della Regione Calabria, di allestimento di una sala d’attesa protetta per le parti lese di violenza di genere presso il piano terra – aule d’udienza del Palazzo di Giustizia al Ce.Dir. del Tribunale di Reggio Calabria.

Dopo la proposta della Commissione Pari Opportunità della Regione Calabria, questa Presidenza ha deciso di allestire al piano terra del Ce.Dir. che ospita il Tribunale di Reggio Calabria un'apposita “sala d'attesa protetta” per consentire alle vittime e testimoni di fatti di violenza contro le donne o di genere di attendere il momento della celebrazione dell'udienza lontano da contatti con l'imputato o con altre persone, che potrebbero provocare, anche involontariamente, forme di intimidazione o comunque di sofferenza in soggetti per i quali dovere ricordare o raccontare fatti particolarmente dolorosi costituisce già una possibile forma di trauma.

Per consentire una migliore operatività è stata designata anche la Dr.ssa Vincenza Bellini quale magistrato referente in materia dei diritti delle vittime di reato, che si occuperà anche del monitoraggio permanente in tema di diritti, assistenza e protezione delle vittime di reato, secondo le indicazioni del Ministero della Giustizia e come previsto dal D.Lgs. 15/12/2015 nr. 212.

In futuro con un più ampio progetto è prevista la realizzazione di un vero e proprio sportello per l'accoglienza delle vittime, grazie a protocolli d'Intesa con la locale Procura della Repubblica, la Commissione Regionale Pari Opportunità, con le Forze dell'Ordine e con il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Reggio Calabria.

[Visualizza_ALLEGATO_PROT.TRIB.RC_SALA_PROTETTA_07.03.2019_MAG.REF.VITTIMEVIOLENZADIGENERE_24.01.2019]

-

04/06/2019

Tribunale di Reggio Calabria

Procura della Repubblica di Reggio Calabria

"Linee guida per la gestione della Sala d’attesa protetta per le parti lese di violenza di genere”

» Protocollo d’intesa del 04/06/2019 stipulato tra il Presidente del Tribunale e il Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria “Linee guida per la gestione della Sala d’attesa protetta per le parti lese di violenza di genere”, allestita presso il piano terra – aule d’udienza del Palazzo di Giustizia al Ce.Dir. del Tribunale di Reggio Calabria.

Visto il decreto presidenziale del 07/03/2019 di allestimento di una sala d’attesa protetta per le parti lese di violenza di genere presso il piano terra – aule d’udienza del Palazzo di Giustizia al Ce.Dir. del Tribunale di Reggio Calabria, in linea con le novità normative apportate dal D.Lgs. 212/2015 sulla tutela della “condizione di particolare vulnerabilità” della persona offesa, il Tribunale di concerto con la Procura sede adottano specifiche linee guida e modalità operative di gestione dell’apposita “sala d’attesa protetta” allestita al fine di consentire, alle vittime e testimoni di fatti di violenza contro le donne e di genere, di “attendere il momento di celebrazione dell’udienza lontano da contatti con l’imputato o con altre persone che potrebbero provocare anche involontariamente forme di intimidazione o comunque di sofferenza”.

-

[Visualizza_ ALLEGATO_TRIB.RC_PROT._121_04.06.2019_LINEE_GUIDA_SALA_PROTETTA_VITTIMEVIOLENZADIGENERE]

AREA CIVILE

I PROTOCOLLI D’INTESA

05/04/2011

Area Civile – Settore Affari Contenziosi

Seconda Sezione Civile del Tribunale di Reggio Calabria

Osservatorio sulla Giustizia Civile

» Protocollo in data 05/04/2011 - Tabelle per il risarcimento del danno alla salute e da perdita del rapporto parentale – Anno 2011.

Al fine di favorire il consolidarsi di prassi giurisprudenziali omogenee in materia di liquidazione del danno non patrimoniale derivante da lesione all’integrità psico-fisica e dalla perdita del rapporto parentale, pur con la necessaria elasticità derivante dall’esigenza di personalizzazione del risarcimento, i giudici – togati ed onorari - della Seconda Sezione Civile del Tribunale di Reggio Calabria, in esito ad approfondita discussione e ad un proficuo confronto con i colleghi della sezione civile della locale Corte di Appello (nel contesto di un opportuno raccordo tra giurisdizione di primo e di secondo grado), hanno approvato le seguenti Tabelle.

Il Vademecum è articolato nei seguenti punti essenziali:

  • Danno all’integrità psico-fisica;

  • La personalizzazione del danno: danno morale (o danno non patrimoniale da sofferenza soggettiva); lesione di ulteriori diritti della persona;

  • Danno non patrimoniale temporaneo;

  • Danno da perdita parentale.

[Visualizza allegato - 5.4.2011 - File PDF]

osservatoriorc.wordpress.com/documentazione/civile/

Tabelle per il risarcimento del danno alla salute e da perdita del rapporto parentale (anno 2011)

11/3/2013

Area Civile – Settore Lavoro e Previdenza

Sezione Lavoro e Previdenza del Tribunale di Reggio Calabria

Osservatorio sulla Giustizia Civile

L’Osservatorio della Giustizia Civile, Settore «Lavoro e Previdenza», del Tribunale di Reggio Calabria è un gruppo di lavoro costituito da Avvocati, Giudici e Personale di Cancelleria della Sezione Lavoro e Previdenza del Tribunale di Reggio Calabria, che si propone di istituire prassi organizzative tendenti al miglior funzionamento della macchina giustizia, nell’ambito dei processi di Lavoro e Previdenza.

» Protocollo in data 11/03/2013 - Vademecum delle operazioni peritali per le controversie in materia di invalidità civile, handicap e disabilità, nonché di pensione d’inabilità e di assegno d’invalidità.

Questo documento è il frutto di confronto fra diverse professionalità – Avvocati, Magistrati e Medici – che hanno pensato di fornire un contributo ed un’agile guida al Consulente chiamato a prestare la propria attività nell’ambito del processo previdenziale.

Il Vademecum è articolato nei seguenti punti essenziali:

  • Cosa deve fare il Consulente quando riceve la nomina;

  • Cosa deve fare o può fare il Consulente in udienza e subito dopo;

  • Svolgimento delle operazioni peritali;

  • Se il periziando non si presenta alle operazioni;

  • Cosa deve contenere l’elaborato peritale;

  • Fasi successive alla redazione dell’elaborato e deposito della relazione finale;

  • Principali ipotesi di accertamenti in materia di previdenza ed assistenza.

[Visualizza allegato - 11.3.2013 - File PDF]

30/09/2013

Area Civile – Settore Lavoro e Previdenza

Sezione Lavoro e Previdenza del Tribunale di Reggio Calabria

Osservatorio sulla Giustizia Civile

» Protocollo in data 30/09/2013 - Protocollo per i processi previdenziali instaurati mediante Accertamento Tecnico Preventivo ex art. 445-bis CPC.

Il Protocollo è articolato nei seguenti punti essenziali:

  • Oggetto dell’ATP;

  • Decadenza;

  • Improcedibilità;

  • Iscrizione a ruolo;

  • Requisiti del ricorso;

  • CTU e CTP;

  • Requisiti della contestazione;

  • Decreto di omologa;

  • Liquidazione delle spese legali e di CTU;

  • Opposizione.

[Visualizza allegato - 30.9.2013 - File PDF]

20/03/2014

Area Civile – Settore Affari Contenziosi

Seconda Sezione Civile del Tribunale di Reggio Calabria

Osservatorio sulla Giustizia Civile

» Protocollo in data 20/03/2014 - Vademecum per i giudizi di usucapione.

La prassi giurisprudenziale evidenzia come nei giudizi di usucapione di beni immobili ricorrano sovente questioni problematiche in materia di individuazione del convenuto e di prova della legittimazione passiva dello stesso; le note contenute che seguono, frutto della discussione interna alla Seconda Sezione Civile del Tribunale di Reggio Calabria (in raccordo con la Prima Sezione), vogliono essere un contributo di chiarezza sugli orientamenti giurisprudenziali del Tribunale ed un vademecum per chi intenda promuovere tali giudizi.

Tale documento, discusso ed approvato nella riunione dell’Osservatorio sulla Giustizia Civile di Reggio Calabria del 27 febbraio 2012, ha costituito la base per un ulteriore approfondimento, condotto da un gruppo di studio dell’Osservatorio, appositamente costituitosi, con il contributo di esponenti della Magistratura e del Foro di Reggio Calabria (ma anche di Locri), del Notariato, del mondo Accademico e del Ministero dell’Economia.

Le conclusioni di questo lavoro (approvato nella riunione della Seconda Sezione Civile del Tribunale ex art. 47 quater/Ord. Giud. in data 14/03/2014 ed in quella del predetto gruppo dell’Osservatorio in data 20/03/2014), vengono rese pubbliche come contributo di chiarezza in ordine agli orientamenti giurisprudenziali del Tribunale di Reggio Calabria e come Vademecum per chi intenda promuovere siffatti giudizi, anche in un’ottica deflattiva e di “prevedibilità” della decisione.

Il Vademecum è articolato nei seguenti punti essenziali:

  • Legittimazione attiva;

  • Legittimazione passiva ed onere probatorio in capo all’attore;

  • La mediazione (non) obbligatoria ex d.lgs. 4 marzo 2010, n. 68;

  • Documenti da produrre in giudizio;

  • Prova testimoniale;

  • Usucapione di immobili di enti pubblici;

  • Usucapione di immobili di edilizia residenziale pubblica.

[Visualizza allegato - 20.3.2014 - File PDF 158KB]

Sul punto vedi anche il seguente link:

www.questionegiustizia.it/articolo/le-cause-di-usucapione-tra-riflessione-dottrinaria-e-profili-operativi_09-07-2014.php

27/06/2014

Area Civile – Settore Processo Civile Telematico

Sezioni Civili del Tribunale di Reggio Calabria

Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Reggio Calabria

» Protocollo in data 27/06/2014 - Protocollo d’intesa tra il Tribunale di Reggio Calabria ed il locale Consiglio dell’Ordine Forense per la gestione del Processo Civile Telematico, avente ad oggetto l’individuazione delle regole organizzative idonee a garantire il rispetto delle disposizioni tecniche di cui ai D.M. 44/2011 e 48/2013 e successive modificazioni.

N.B. - Il presente protocollo sostituisce il precedente del 07/10/2013.

Alla luce delle disposizioni tecniche di cui ai D.M. 44/2011 e 48/2013 e successive modificazioni, si è ritenuto necessario predisporre un nuovo protocollo comune, che sostituisce il precedente del 07/10/2013, che permetta di fissare regole condivise per la gestione di questa prima fase di passaggio dal processo esclusivamente cartaceo al processo telematico, con riguardo alle caratteristiche degli atti di parte, ai depositi dei provvedimenti dei Magistrati ed all’accettazione dei depositi da parte della Cancelleria.

Il Protocollo è articolato nei seguenti punti essenziali:

  • I provvedimenti dei Magistrati;

  • Gli atti degli Avvocati;

  • Modalità di deposito;

  • Le comunicazioni di cancelleria;

  • Accessi in cancelleria;

  • Decreto ingiuntivo telematico.

[Visualizza allegato - Protocollo 27.6.2014]

23/02/2015

Area Civile – Settore Processo Civile Telematico – Lavoro

Sezione Lavoro e Previdenza del Tribunale di Reggio Calabria

Osservatorio sulla Giustizia Civile

» Linee Guida PCT in materia di Lavoro e Previdenza in data 23/02/2015.

All’esito della riunione, in data 02.02.2015, dell’Osservatorio della Giustizia Civile – Giudici della Sezione Lavoro e Previdenza del Tribunale di Reggio Calabria, nonché di apposito confronto con il Personale amministrativo, sono state delineate alcune Linee Guida del PCT nelle cause di lavoro e di previdenza, redatte in data 23.02.2015.

Il Protocollo è articolato nei seguenti punti essenziali:

  • La fase introduttiva del giudizio;

  • Il deposito dei documenti in udienza;

  • La consulenza tecnica d’ufficio;

  • La sentenza.

[Visualizza allegato - Protocollo 23.2.2015]

16/11/2015
Area Civile – Settore Fallimenti ed Esecuzioni Immobiliari

Prima Sezione Civile del Tribunale di Reggio Calabria

Procura della Repubblica di Reggio Calabria

» Protocollo in data in data 16/11/2015 (2544/2015 Prot.T.RC) - «Canale informativo privilegiato tra la Procura della Repubblica e gli Uffici Fallimenti ed Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Reggio Calabria».

Il presente protocollo viene stipulato al fine di:

  • instaurare forme di collaborazione e sinergia tra la Procura della Repubblica sede e gli Uffici Fallimenti ed Esecuzioni Immobiliari della Prima Sezione Civile di Questo Tribunale,

  • consentire un proficuo e funzionale scambio di notizie in ordine a situazioni di insolvenza o di ingente indebitamento a carico di soggetti che possono rivestire interesse investigativo.

[ALLEGATO_PROTOCOLLO_TRIB._PROC._CIVILE_FALLIMENTI_ES.IMM._2544_16.11.2015]

30/03/2016

Area Civile – Settore Famiglia

Prima Sezione Civile del Tribunale di Reggio Calabria

Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Reggio Calabria

Osservatorio della Giustizia Civile

» Protocollo in data 30/03/2016 (1134/2016 Prot.T.RC) - Protocollo per i procedimenti in materia di famiglia.

Il presente protocollo, che sostituisce quello pregresso dell’11/11/2010, è articolato nei seguenti punti essenziali:

  • Art. 1 - Richiamo alle disposizioni previste dal protocollo per le udienze civili;

  • Art. 2 - Rapporti tra i difensori;

  • Art. 3 - Predisposizione della documentazione da allegare al ricorso per separazione e divorzio tra i coniugi, nonché ai ricorsi aventi ad oggetto famiglia di fatto, responsabilità genitoriale e mantenimento di minori ed ai rispettivi atti di costituzione;

  • Art. 4 – Numero di cause per ciascuna udienza, orario di trattazione di ognuna di esse e fasce orarie per tipologia di attività;

  • Art. 5 – Gestione del processo: comparizione parti e delega nei procedimenti camerali;

  • Art. 6 – Ascolto del minore e modalità per l’audizione;

  • Art. 7 – Informazioni al minore e alle parti;

  • Art. 8 – CTU e ascolto del minore;

  • Art. 9 – Prova scientifica, relazioni e rapporti SS e ASP;

  • Art. 10 – Componenti del mantenimento dei figli minori;

  • Art. 11 – Negoziazione assistita;

  • Art. 12 – Mediazione familiare;

  • All. 1 – Schema esemplificativo delega attività SST – ASP;

  • All. 2 – Nota assegno mantenimento;

  • All. 3 – Schema esemplificativo autorizzazione negoziazione assistita in caso di figli minori, maggiori portatori di handicap grave o non autosufficienti.

[Visualizza ALLEGATO_PROTOCOLLO_TRIB.PROC._COA.OSS._CIVILE_FAMIGLIA_1134-30.03.2016]

25/05/2016

Area Civile – Settore Udienze Civili

Sezioni Civili Affari Contenziosi del Tribunale di Reggio Calabria

Osservatorio sulla Giustizia Civile

» Protocollo in data 25/05/2016 - Protocollo Udienze Civili 2016. (*)

(*) Il presente protocollo, pervenuto all’Ufficio Presidenza il 14/2/2017, alla data del 28/4/2017 risulta ancora in attesa del richiesto parere del locale C.O.A., ai fini della ratifica da parte del Presidente del Tribunale e conseguente diramazione.

Il protocollo è articolato nei seguenti punti essenziali: 

  • Gestione delle udienze civili;

  • Principi organizzativi e segnalazioni di cortesia;

  • Processo Telematico;

  • Disciplina dei rinvii e altri profili acceleratori;

  • Profili sulla CTU;

  • Copia dei verbali e dei provvedimenti;

  • Tutela della maternità e delle disabilità.

[Visualizza ALLEGATO_TRIB.RC_PROTOCOLLO_UDIENZE CIVILI_25.05.2016]

13/02/2017

Area Civile – Penale

Settore Custodie e Amministrazioni Giudiziarie

Tribunale di Reggio Calabria

Agenzia delle Entrate - Direzione Provinciale di Reggio Calabria

» Protocollo d’intesa in data 13/02/2017 (32/2017 Prot.T.RC), in materia di registrazione presso l’Agenzia delle Entrate di contratti di locazione a cura di custodi e amministratori giudiziari, nell’ambito civile di procedure esecutive immobiliari e sequestri conservativi e nell’ambito penale di sequestri MP - GIP.

Con il presente protocollo le parti istituzionali hanno inteso chiarire e concordare le modalità di registrazione dei contratti di locazione in questione previa richiesta di codice fiscale in capo alla procedura, al fine di scongiurare registrazioni con il codice fiscale dell'Ufficio Giudiziario, in quanto tali non conformi alle risoluzioni in materia dell’Agenzia delle Entrate, prevedendo – altresì – la sanatoria ex officio delle registrazioni irregolari antecedentemente effettuate.

[Visualizza ALLEGATO_PROT.TRIB.RC_AGENZIAENTRATE_CIVILEPENALE_CUST.AMMIN.]

16/06/2017

Area Civile - Settore Esecuzioni Mobiliari – Istituto Vendite Giudiziarie

Tribunale di Reggio Calabria EDICOM Servizi S.r.l.

(procedura selettiva a cura della locale Corte d’Appello)

» Aggiudicazione con verbale del 16/06/2017, a seguito procedura selettiva per il rilascio dell’autorizzazione del servizio IVG a cura della locale Corte d’Appello, a favore della società EDICOM Servizi S.r.l. per il Circondario del Tribunale di Reggio Calabria.

In materia di Espropriazione Mobiliare e Immobiliare, la normativa vigente prevede che in determinate ipotesi il Giudice possa disporre l’affidamento di incarico al c.d. Istituto Vendite Giudiziarie di cui al Decreto Ministeriale 109/1997, competente per il Circondario del Tribunale di Reggio Calabria.

Per la normativa del codice di procedura civile in materia di I.V.G. e del D.M. 109/1997, si rinvia al seguente allegato:

[Visualizza 11-ALLEGATO_NORMATIVA_ISTITUTO VENDITE GIUDIZIARIE]

A conclusione di apposito bando di gara finalizzato alla procedura selettiva per il rilascio dell’autorizzazione all’esercizio del servizio di I.V.G. nell’ambito del Circondario del Tribunale di Reggio Calabria, la competente Corte d’Appello di Reggio Calabria ha proceduto, con verbale del 16/6/2017, all’aggiudicazione a favore della Società EDICOM Servizi s.r.l.

L’iter procedurale si è concluso appena pervenute, in data 26/3/2018 dalla competente Prefettura di Palermo, le rituali informazioni ex art. 91 del D.Lgs. 159/2011, giusta comunicazione a Questo Tribunale con nota nr. 2630 del 4/4/2018 Prot. della locale Corte d’Appello.

Per conoscere nei dettagli l’iter procedurale del predetto bando di gara, si consulti il seguente allegato:

[Visualizza 12-ALLEGATO_CORTE APP. RC_IVG CIRC. TRIB. RC_EDICOM SERVIZI SRL_AGG. 16.6.2017]

ATTENZIONE -> A seguito di richiesta motivata della EDICOM Servizi s.r.l. di rinuncia alla concessione per la vendita, custodia ed amministrazione dei beni mobili e immobili quale I.V.G. con competenza nell’ambito del Circondario del Tribunale di Reggio Calabria, in data 11/04/2019 è stato emanato dalla competente Amministrazione Centrale del Ministero della Giustizia decreto di cessazione della concessione rilasciata con d.d. 04/06/2018 in favore della EDICOM Servizi s.r.l. per la gestione dell’I.V.G. presso il Circondario del Tribunale di Reggio Calabria, disponendo che fino al rilascio di nuova autorizzazione le vendite giudiziarie nel Circondario del Tribunale di Reggio Calabria verranno espletate secondo le disposizioni impartite dall’Autorità Giudiziaria competente.

[Visualizza ALLEGATO_MG_CESSAZIONE CONCESSIONE IVG CIRC. TRIB. RC_11.04.2019]

29/09/2017

Area Civile – Settore Fallimenti ed Esecuzioni Immobiliari

Prima Sezione Civile del Tribunale di Reggio Calabria

Ufficio Fallimenti ed Esecuzioni Immobiliari

Procura della Repubblica di Reggio Calabria

» Protocollo in data in data 29/09/2017 (2698/2017 Prot.T.RC) - «Protocollo d’intesa in materia di reati fallimentari tra la Procura della Repubblica e gli Uffici Fallimenti ed Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Reggio Calabria».

A seguito dell’attuazione del Protocollo stipulato in materia in data 16/11/2015 (n. 2544/2015 Prot. Trib. RC), denominato Canale informativo privilegiato tra la Procura della Repubblica e gli Uffici Fallimenti ed Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Reggio Calabria, valutati gli esiti del monitoraggio dei procedimenti penali pendenti per reati fallimentari e vista la necessità di implementarne l’attività di contrasto dando impulso ai poteri ex lege del Pubblico Ministero, considerato che il citato Protocollo del 2015 non riguarda in modo specifico e dettagliato le problematiche relative alla trattazione dei procedimenti in materia fallimentare, avendo come finalità la mera acquisizione di un patrimonio informativo suscettibile di approfondimento e di analisi ad altri fini; per questi motivi, si è ritenuto indispensabile implementare il richiamato Protocollo del 16/11/2015 (n. 2544/2015 Prot. Trib. RC), introducendo specificamente una interlocuzione tra il Tribunale di Reggio Calabria e la locale Procura della Repubblica sulla trattazione dei reati fallimentari, nonché consentendo all’Ufficio Requirente di venire tempestivamente a conoscenza di situazioni sintomatiche dello stato di insolvenza ed assicurando, nel contempo, la completezza e l’omogeneità delle informazioni messe a disposizione del PM attraverso un canale informativo adeguatamente regolamentato dai due Uffici Giudiziari a diverso titolo competenti.

[ALLEGATO_PROTOCOLLO_TRIB._PROC.REP._CIVILE_FALLIMENTI_ES.IMM._2698_29.9.2017]

24/11/2017

Area Civile - Settore Procedimenti Monitori

Tribunale di Reggio Calabria

Seconda Sezione Civile

» Verbale del 24/11/2017 (598/2018 Prot. Trib. RC del 20/2/2018) di riunione ex art. 47 quater Ord. Giud. dei Magistrati della 2^ Sezione Civile avente ad oggetto il pregresso vademecum per il procedimento monitorio fondato su fattura del 24/2/2012.

Con il presente verbale, del 24/11/2017, i Giudici della 2^ Sezione Civile hanno inteso discutere e determinarsi uniformemente in ordine alla interpretazione dell’art. 634 CPC, che richiede le attestazioni di regolare tenuta delle scritture contabili per l’emissione dei decreti ingiuntivi, in relazione al pregresso vademecum per il procedimento monitorio fondato su fattura del 24/2/2012.

[Visualizza ALLEGATO_TRIB.RC_SECONDA SEZIONE CIVILE_VERBALE SU VADEMECUM PROC. MONITORIO FATTURA_24.11.2017]

29/01/2018

Area Civile - Settore Patrocinio a Spese dello Stato

Tribunale e Ufficio del Giudice di Pace di Reggio Calabria

Direzione Provinciale di Reggio Calabria dell’Agenzia delle Entrate

Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Reggio Calabria

» Protocollo d’intesa siglato in data 29/01/2018 (323/2018 Prot.T.RC) tra il Presidente del Tribunale di Reggio Calabria, anche nella qualità di Coordinatore dell’Ufficio del Giudice di Pace di Reggio Calabria, il Dirigente della Direzione Provinciale di Reggio Calabria dell’Agenzia delle Entrate e il Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Reggio Calabria, finalizzato alla regolamentazione e alla ottimizzazione dei flussi documentali gestiti in materia di Patrocinio a spese dello Stato nell’ambito del settore civile.

Con il presente protocollo le parti istituzionali hanno inteso concordare le modalità di scambio dei flussi documentali in materia di Patrocinio a spese dello stato nelle cause civili, al fine di regolamentarne e ottimizzarne la gestione, nel rispetto della vigente normativa regolatrice la materia.

[Visualizza ALLEGATO_TRIB.RC_PROTOCOLLO 323_2018 DEL 29.01.2018_PATROCINIO CIVILE_AGENZIA ENTRATE_ORDINE AVVOCATI RC]

12/11/2018

Area Civile - Settore Esecuzioni Immobiliari

Tribunale di Reggio Calabria - Gruppo EDICOM

» Protocollo d’intesa per il supporto all’informatizzazione e digitalizzazione dei fascicoli relativi alle procedure esecutive individuali del 06/05/2013.

A seguito di un protocollo di intesa stipulato tra il Tribunale di Reggio Calabria e la Ediservice Srl, gruppo Edicom Finance, in data 6 maggio 2013, la Ediservice svolge presso il Tribunale un servizio di inserimento dati nei registri telematici di cancelleria e di digitalizzazione degli atti, esclusivamente attraverso l’applicativo ministeriale SIECIC, avvalendosi di personale qualificato e appositamente formato, sempre sotto il controllo e la direzione della cancelleria, rendendo così consultabili per via telematica gli atti relativi alle Procedure Esecutive sul SIECIC.

[Visualizza 9-ALLEGATO_TRIB.RC_EDICOM_PROTOCOLLO_ESEC.IMM._06.05.2013]

» Integrazione del 22/11/2018 al protocollo d’intesa del 06/05/2013 per il supporto all’informatizzazione e digitalizzazione dei fascicoli relativi alle procedure esecutive individuali, ai sensi della circolare ministeriale del 13/10/2017 (prot. 0186223.U).

[Visualizza 10-ALLEGATO_TRIB.RC_EDICOM_PROTOCOLLO_ESEC.IMM._INTEGRAZIONE 3826_22.11.2018]

12/12/2018

Area Civile - Settore Fallimenti

Tribunale di Reggio Calabria

ZUCCHETTI Software Giuridico S.r.l.

» Protocollo d’intesa per il supporto all’informatizzazione e digitalizzazione dei fascicoli relativi alle procedure concorsuali della Sezione Fallimenti del 17/10/2013.

Gestione servizi informatici relativi ai fallimenti.

In data 17 ottobre 2013, veniva stipulata una convenzione tra il Tribunale di Reggio Calabria e la Zucchetti Software Giuridico S.r.l., facendo seguito ad una collaborazione precedente denominata “progetto PORTALE DEI FALLIMENTI”, con l’obiettivo di standardizzare le modalità operative dei curatori con produzione da parte di essi di documenti di tipologia omogenea, dando contemporaneamente al giudice delegato la possibilità di conoscere tutti i dati relativi alle diverse procedure senza dover accedere al fascicolo cartaceo, riducendo nel contempo gli accessi alla cancelleria da parte dei curatori e dei creditori in generale.

Tenuto conto che la legge 228/2012 disponeva che dal 1° luglio 2014 i curatori dovevano depositare gli atti delle procedure concorsuali in modalità telematica nel sistema informatico SIECIC, in considerazione dell’aumento di lavoro richiesto alla cancelleria, si è convenuto, senza aggravio di spese per l’Amministrazione, di fornire, tramite un collaboratore della Zucchetti Software giuridico S.r.l., attività di supporto all’informatizzazione dei fascicoli relativi alle procedure concorsuali finalizzata all’inserimento in SIECIC, anche tramite l’utilizzo dei dati presenti nel proprio sistema di gestione dati dei curatori fallimentari Fallco.

[Visualizza 7-ALLEGATO_TRIB.RC_ZUCCHETTI_PROTOCOLLO_FALLIMENTI_17.10.2013]

» Integrazione del 12/12/2018 al protocollo d’intesa del 17/10/2013 per il supporto all’informatizzazione e digitalizzazione dei fascicoli relativi alle procedure esecutive individuali, ai sensi della circolare ministeriale del 13/10/2017 (prot. 0186223.U).

[Visualizza 8-ALLEGATO_TRIB.RC_ZUCCHETTI_PROTOCOLLO_FALLIMENTI_INTEGRAZIONE 3878_12.12.2018]

Consulta anche il seguente link: www.fallimentireggiocalabria.com/index.php

AREA PENALE

I PROTOCOLLI D’INTESA

01/01/2010

Area Penale – Settore Dibattimento
Sezioni Penali del Tribunale di Reggio Calabria

Osservatorio sulla Giustizia Penale

» Protocollo in data 01/01/2010 - Protocollo per la gestione delle udienze penali dibattimentali collegiali e monocratiche.

[Visualizza allegato - 1.1.2010 - File PDF]

osservatoriorc.wordpress.com/documentazione/penale/

 

23/02/2011 - 17/04/2015 - 26/02/2016
Area Penale – Settore Patrocinio a spese dello Stato

Tribunale e Procura della Repubblica di Reggio Calabria

Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Reggio Calabria

Osservatorio sulla Giustizia Penale

» Protocollo in data 23/02/2011 e 26/02/2016 - Vademecum per l’applicazione della tabella di liquidazione concordata degli onorari spettanti, nell’ambito del processo penale, al difensore di soggetto non abbiente ammesso al Patrocinio a spese dello Stato e del difensore d’ufficio di persona irreperibile.

Nell’ambito di un programma teso a migliorare il funzionamento della Giustizia Penale (vedi sulla parte dedicata all’Osservatorio sulla Giustizia Penale, l’accordo del 01.01.2010 sulla gestione delle udienze penali del Dibattimento Collegiale e Monocratico), è stata predisposta una tabella concordata di liquidazione degli onorari professionali, nei processi penali in cui vi è stata ammissione al Patrocinio a spese dello Stato e/o a carico di imputati irreperibili.

È stato, altresì condiviso un Vademecum illustrativo delle prassi ritenute virtuose al fine di razionalizzare e rendere il più possibile omogenea la procedura di ammissione al beneficio in questione e, di seguito, velocizzare al massimo la fase di liquidazione delle spettanze dovute ai Difensori dei non abbienti e degli irreperibili.  

Il Protocollo è articolato nei seguenti punti essenziali:

  • Presentazione, Obiettivi, Ambito di applicazione, Adesione volontaria, Criterio di calcolo delle voci di liquidazione e Retroattività;

  • Meccanismo di funzionamento;

  • Tabella analitica degli importi;

  • Modulistica guidata (Istanza per l’ammissione al Patrocinio a spese dello Stato, Istanza per la liquidazione dell’onorario al Difensore e Decreto del Giudice di liquidazione).

[Visualizza allegato - Protocollo 23.2.2011- File PDF]

[Visualizza allegato - Protocollo 26.2.2016 - File PDF]

[Visualizza allegato - Concordato - Liquidazione - File DOC]

[Visualizza allegato - Concordato - Ammissione - File DOC]

» Protocollo in data 17/04/2015 - «Protocollo avente ad oggetto la tabella di liquidazione concordata degli onorari spettanti, nell’ambito del processo penale, al difensore di soggetto non abbiente ammesso al Patrocinio a spese dello Stato e del difensore d’ufficio di persona irreperibile».

[Visualizza allegato - Protocollo 17.4.2015 - File DOC]

13/02/2017

Area Civile – Penale

Settore Custodie e Amministrazioni Giudiziarie

Tribunale di Reggio Calabria

Agenzia delle Entrate - Direzione Provinciale di Reggio Calabria

» Protocollo d’intesa in data 13/02/2017 (32/2017 Prot.T.RC), in materia di registrazione presso l’Agenzia delle Entrate di contratti di locazione a cura di custodi e amministratori giudiziari, nell’ambito civile di procedure esecutive immobiliari e sequestri conservativi e nell’ambito penale di sequestri MP - GIP.

Con il presente protocollo le parti istituzionali hanno inteso chiarire e concordare le modalità di registrazione dei contratti di locazione in questione previa richiesta di codice fiscale in capo alla procedura, al fine di scongiurare registrazioni con il codice fiscale dell'Ufficio Giudiziario, in quanto tali non conformi alle risoluzioni in materia dell’Agenzia delle Entrate, prevedendo – altresì – la sanatoria ex officio delle registrazioni irregolari antecedentemente effettuate.

[Visualizza ALLEGATO_PROT.TRIB.RC_AGENZIAENTRATE_CIVILEPENALE_CUST.AMMIN.]

 

29/01/2018

Area Penale - Settore Patrocinio a Spese dello Stato

Tribunale e Ufficio del Giudice di Pace di Reggio Calabria

Direzione Provinciale di Reggio Calabria dell’Agenzia delle Entrate

» Protocollo d’intesa siglato in data 29/01/2018 (323/2018 Prot.T.RC) tra il Presidente del Tribunale di Reggio Calabria, anche nella qualità di Coordinatore dell’Ufficio del Giudice di Pace di Reggio Calabria, e il Dirigente della Direzione Provinciale di Reggio Calabria dell’Agenzia delle Entrate, finalizzato alla regolamentazione e alla ottimizzazione dei flussi documentali gestiti in materia di Patrocinio a spese dello Stato nell’ambito del settore penale.

Con il presente protocollo le parti istituzionali hanno inteso concordare le modalità di scambio dei flussi documentali in materia di Patrocinio a spese dello stato nei processi penali, al fine di regolamentarne e ottimizzarne la gestione, nel rispetto della vigente normativa regolatrice la materia.

[Visualizza ALLEGATO_TRIB.RC_PROTOCOLLO 323_2018 DEL 29.01.2018_PATROCINIO PENALE_AGENZIA ENTRATE]

20/09/2018

Area Penale – Settore Processo Penale Telematico (GIP-GUP e Dibattimento)

«TIAP – Trattamento Informatico Atti Processuali»

Tribunale e Procura della Repubblica di Reggio Calabria

» Protocollo d’intesa in data 20/09/2018, nr. 2940/2018 prot., per la gestione condivisa del nuovo sistema informativo TIAP nell’ambito dello sviluppo del PPT.

Il presente protocollo d’intesa scaturisce principalmente dalla necessità di dare piena attuazione alle direttive ministeriali di cui alla nota del DGSIA del 26/01/2016 che ha stabilito di diffondere sull’intero territorio nazionale il sistema TIAP, quale ulteriore e decisivo sviluppo del Processo Penale Telematico.

Per approfondimenti sullo stato dell’informatizzazione nel settore penale vai al link

Il Processo Penale Telematico

[Visualizza ALLEGATO_TRIB.RC_ PROC.REP.RC_PROTOCOLLO_TIAP_2940_20.09.2018]

31/01/2019

Area Penale - Settore Misure di Prevenzione

«Beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata»

Tribunale di Reggio Calabria - EDICOM Servizi S.r.l.

Agenzia Nazionale Beni Sequestrati e Confiscati, Comuni e Associazioni

» Protocollo d’intesa in data 31/03/2015 per la gestione dei beni sequestrati e confiscati - Tavolo tecnico istituzionale presso il Tribunale di Reggio Calabria.

Attenzione -> Il protocollo del 31/03/2015 per la gestione dei beni sequestrati e confiscati - Tavolo tecnico istituzionale presso il Tribunale di Reggio Calabria, è scaduto in data 31/03/2017 e non è stato rinnovato.

[Visualizza 3-ALLEGATO_TRIB.RC_PROTOCOLLO BENI SEQU. CONF._31.03.3015_PRESENTAZIONE]

[Visualizza 4-ALLEGATO_TRIB.RC_PROTOCOLLO_BENI SEQU. CONF._TAVOLO TECNICO_31.03.2015]

» Protocollo d’intesa, stipulato con la EDICOM Servizi S.r.l. in data 28/01/2015, per la realizzazione del sistema di gestione dei beni sequestrati e confiscati presso la Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria.

[Visualizza 5-ALLEGATO_TRIB.RC_EDICOM_PROTOCOLLO_BENI SEQU. CONF._28.1.2015]

» Integrazione del 31/01/2019, stipulata con la EDICOM Servizi S.r.l., al protocollo d’intesa in data 28/01/2015 per la realizzazione del sistema di gestione dei beni sequestrati e confiscati presso la Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria, ai sensi della circolare ministeriale del 13/10/2017 (prot. 0186223.U).

[Visualizza 6-ALLEGATO_TRIB.RC_EDICOM_PROTOCOLLO_BENI SEQU. CONF._INTEGRAZIONE 285_31.01.2019]

11/02/2019

Area Penale - Settori GIP-GUP e Dibattimento

«Istituto della messa alla prova ex Legge 67/2014»

Tribunale di Reggio Calabria

Ufficio Distrettuale di Esecuzione Penale Esterna di Reggio Calabria

» Protocollo d’intesa in data 11/02/2019, nr. 367/2019 prot., per lo svolgimento della messa alla prova ai sensi della Legge 67/2014.

Il presente protocollo d’intesa scaturisce principalmente dalla necessità di dare piena attuazione sul territorio alle lettere circolari emesse dalla Direzione Generale dell’Esecuzione Penale Esterna del Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità, al fine di assicurare una rapida, omogenea e corretta applicazione dell’istituto della “Messa alla Prova” ed attribuire maggiori e qualificati contenuti ai programmi di trattamento, tendenti ad una concreta prospettiva di riparazione, di mediazione del conflitto, di prevenzione e di risocializzazione.

[Visualizza ALLEGATO_TRIB.RC_UDEPE.RC_PROTOCOLLO_MESSA ALLA PROVA_367_11.02.2019]

14/02/2019

Area Penale – Settore Processo Penale Telematico (GIP-GUP e Dibattimento)

«Comunicazione telematica dell’avviso di deposito delle sentenze penali»

Corte d’Appello, Procura Generale e Tribunali di Reggio Calabria – Palmi - Locri

» Protocollo d’intesa in data 14/02/2019, nr. 397/2019 prot., per la comunicazione ex art. 548 CPP, tramite SICP-REGEWEB, dell’avviso di deposito delle sentenze penali.

Il presente protocollo d’intesa scaturisce principalmente dalla necessità di dare piena attuazione sul territorio, tra gli Uffici Giudiziari del Distretto di Reggio Calabria, alle direttive ministeriali di cui alla nota DGGP-DGSIA prot. DOG 33072.U del 25/10/2018, avente ad oggetto “Sistema Informativo della Cognizione Penale (SICP), comunicazione telematica ai sensi dell’art. 548 CPP”, nota con la quale veniva disposto - con decorrenza 01/01/2019 - l’obbligo di utilizzare i moduli del SICP, ReGeWeb e Consolle, per il flusso di comunicazione di deposito delle sentenze penali.

Per approfondimenti sullo stato dell’informatizzazione nel settore penale vai al link

Il Processo Penale Telematico

[Visualizza_ALLEGATO_TRIB.RC_DISTRETTOGIUDIZIARIO.RC_PROTOCOLLO_COMUN.TEL.SENT.PEN._397_14.02.2019]

ARCHIVIO STORICO: I Protocolli d’intesa

Print Friendly and PDF